Da pochi giorni è stato annunciato Windows AutoPilot, un insieme di tecnologie che vengono utilizzate per configurare i nuovi dispositivi acquistati dall’azienda. Obiettivo di Windows AutoPilot è quello di poter mettere in produzione un computer subito dopo averlo tirato fuori dalla scatola.

È possibile utilizzare questa tecnologia anche sui dispositivi già esistenti, a patto che utilizzino Windows 10 Creators Update (versione 1703).

Come molti vi voi sistemisti sapranno, oggi siamo vincolati alla creazione delle immagini aziendali, alla loro personalizzazione ed al loro aggiornamento. Quando arriva un nuovo computer in azienda siamo costretti a reinstallarlo applicando l’immagine aziendale che abbiamo preparato.

Con Windows AutoPilot non sarà più necessario creare e gestire nessuna immagine. L’utente potrà tirare fuori dalla scatola il proprio dispositivo con Windows 10 e potrà effettuare in autonomia la prima accensione. Una volta connesso alla rete gli basterà inserire le proprie credenziali di Azure AD (oppure il proprio account di Office365) e automagicamente J le configurazioni del pc verranno scaricate dal Cloud e il computer potrà essere gestito con un servizio di Mobile Device Management, come ad esempio Microsoft Intune (se avete una sottoscrizione di Azure AD Premium P1 oppure P2).

Per conoscere nel dettaglio le diverse fasi potete dare un’occhiata a questo video di Microsoft Mechanics

 

 

Windows AutoPilot vi permetterà quindi di:

  • Joinare i vostri dispositivi ad Azure AD
  • Fare l’autoenroll del dispositivo ad un servizio di Mobile Device Management
  • Impedire la creazione di un account amministrativo sul dispositivo
  • Personalizzare l’operazione di OOBE (Out Of the Box Experience)

È necessario però che ci siano alcuni prerequisiti:

  • I dispositivi devono essere preventivamente registrati
  • I dispositivi devono avere Windows 10 versione 1703 o successiva
  • I dispositivi devono avere l’accesso ad Internet
  • È necessario aver acquisato Azure AD Premium P1 oppure P2
  • Bisogna utilizzare Microsoft Intune (o un altro MDM supportato) per la gestione dei dispositivi

Registrazione dei dispositivi

Un prerequisito di Windows AutoPilot consiste nella registrazione del dispositivo Windows 10 nel Microsoft Store for Business oppure nel Partner Center admin portal. Per procedere a questa operazione è necessario farsi dare l’hardware ID del dispositivo dal vendor, per poter assegnare il dispositivo alla propria organizzazione.

Per i dispositivi già in proprio possesso e su cui avete installato la Windows 10 Creators Update (versione 1703) è possibile lanciare uno script PowerShell che tira fuori l’hardware ID e creare un file per registrare i dispositivi compatibili nel servizio di distribuzione AutoPilot. Trovate lo script all’indirizzo Get-WindowsAutoPilotInfo PowerShell script

Un’altra modalità per poter configurare i nostri dispositivi potrebbe essere l’utilizzo del Windows Configuration Designer che ci può aiutare dell’automatizzazione del processo e ci permette di poter avere maggiore controllo sul provisioning grazie alla creazione di un opportuno pacchetto di configurazione per Windows 10.

Conclusioni

Sicuramente Windows AutoPilot offre la possibilità di configurare in maniera più semplice, ma soprattutto più veloce, i nuovi dispositivi. Gli utenti possono lavorare in autonomia e gli amministratori di rete non saranno più obbligati a creare e gestire le immagini aziendali. Sfruttando il cloud e le opzioni permesse dai software di Mobile Device Management, ogni dispositivo può essere facilmente configurato e amministrato centralmente. Decisamente un balzo in avanti!

Nic

Pochissimi giorni fa si è tenuto a Washington l’evento chiamato Inspire, dedicato ai partner Microsoft. Satya Nadella ha annunciato un nuovo prodotto (in realtà un pacchetto di prodotti) chiamato Microsoft 365, un'offerta che in un unico pacchetto riunisce Office 365, Windows 10 Enterprise e Enterprise Mobility + Security.

Il prodotto sarà disponibile in due versioni: Microsoft 365 Enterprise e Microsoft 365 Business.

Il pacchetto Microsoft 365 Business è pensato per la piccola e media impresa (PMI) e darà la possibilità di poter avere con un licensing molto semplice la maggior parte dei software necessari alle aziende per poter essere realmente competitive in un mercato estremamente dinamico come quello che stiamo vivendo e di adattarsi alle nuove modalità di lavoro (come ad esempio l’Home working o lo Smart working). Il pacchetto Microsoft 365 Business sarà disponibile in preview dal prossimo 2 Agosto e probabilmente sarà disponibile per l'acquisto il prossimo autunno.

Il pacchetto Microsoft 365 Enterprise invece sostituisce un prodotto che era già disponibile, Secure Productive Enterprise, che ha riscosso un notevolissimo successo di vendite negli scorsi mesi. Il pacchetto sarà disponibile in due piani: Microsoft 365 E3 e Microsoft 365 E5. Entrambi potranno essere acquistati dal prossimo 1 Agosto 2017.

Mi ha colpito molto nelle parole di Satya Nadella l’utilizzo della frase “democratizzazione dell’accesso agli strumenti digitali”. Con questi nuovi prodotti Microsoft intende permettere alle società medie ma anche alle società piccole di poter impiegare software e tecnologie prima disponibili solo alle grandi imprese e vuole offrire la possibilità a tutti di essere sempre più produttivi.

Insomma, il software deve essere un’opportunità di crescita per tutti!

Nic

Gentile Nicola,

Siamo ancora una volta lieti di assegnarti il titolo 2017-2018 Microsoft Most Valuable Professional (MVP). Come sai, si tratta di un premio assegnato ai leader delle community tecniche con doti eccezionali che condividono con altri una straordinaria passione, la competenza sul campo e l'esperienza tecnica dimostrando un impegno esemplare. Apprezziamo davvero il tuo incredibile contributo, relativamente a Microsoft Azure e Windows and Devices for IT, all’interno delle community tecniche durante lo scorso anno.

Il premio Microsoft MVP ci offre un'opportunità unica di celebrare e onorare i tuoi notevoli contributi e di ringraziarti del tuo impegno all'interno della community tecnica.

Di nuovo congratulazioni per il premio MVP.

Microsoft ritiene che le community tecniche svolgano un ruolo fondamentale nell'adozione e nello sviluppo della tecnologia, nonché nell'aiutare i clienti a impiegare in modo vantaggioso i suoi prodotti e servizi grazie alla collaborazione di esperti indipendenti come te. Gli MVP Microsoft fanno parte di un gruppo ristretto di esperti che rappresentano la punta di diamante della tecnologia e condividono un impegno profondo nei confronti della community e il desiderio di aiutare altri colleghi. 
 

Ricevere questa mail ogni anno è per me davvero un onore! Sono davvero contento di aver ricevuto questo prestigioso premio per il 7° anno consecutivo e di essere stato premiato come doppio MVP per il 2° anno consecutivo, rimanendo a far parte di un ristrettissima cerchia di super esperti.

Enjoy!

Nic